Smartphone Vodafone a rate con rid bancario

Oggi c’è la possibilità di prendere uno Smartphone Vodafone a rate con rid bancario. La novità è stata introdotta a inizio febbraio e per ora riguarda soltanto un piccolo gruppo di smartphone. L’offerta è rivolta a chi cerca uno smartphone da pagare a rate non impegnativo e a quei clienti che non vogliono utilizzare la carta di credito per questo tipo di pagamenti. Il piano prevede per questi telefoni un contributo mensile di 1€ che vanno ad aggiungersi al costo dell’offerta ricaricabile. I modelli attualmente inclusi nell’offerta sono:

  • Huawei Y5 II a 1€ al mese con contributo iniziale di 59,99€
  • Samsung Galaxy J3 a 1€ al mese con contributo iniziale di 109,99€
  • Lg K10 a 1€ al mese con contributo iniziale di 109,99€
  • Lg K4 a 1€ al mese con contributo iniziale di 49,99€
  • Vodafone Smart Prime 2016 a 1€ al mese con contributo iniziale di 69,99€
  • Vodafone Smart Turbo 2016 a 1€ al mese con contributo iniziale di 29,99€

Tutti i telefoni inclusi nell’offerta sono smartphone 4G, quindi potranno usufruire di una velocissima connessione ad internet.

In più su ogni rateizzazione viene attivata l’offerta +2 gb per 30 rinnovi. Questi gb si andranno a sommare a quelli già presenti sull’offerta.

Per usufruire dell’offerta con smartphone Vodafone a rate su RID bancario per le nuove attivazioni è necessario effettuare una ricarica minima di 30€.

Vengono accettate come carte bancomat anche carte Banco Posta e PostePay Evolution.

Con il servizio di pagamento tramite RID non è necessaria l’attivazione della ricarica automatica, che risulta obbligatoria in caso di pagamento con carta di credito.

L’offerta è attivabile nei negozi Vodafone.

Dunque cosa ne pensi di questa interessante novità presentata da Vodafone? Andrai nei negozi per prendere uno smartphone vodafone a rate con rid bancario?

 

Precedente ALL IN 9 Limited Edition Opinioni Successivo Perché Vodafone scala i soldi quando invio un messaggio

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.